SlovenščinaItalianITEnglish (UK)

SALCANO E DINTORNI

Solkan

Solkan, una cittadina con una storia millenaria, per prima volta in forma iscritta è stata menzionato già nel 1001 con la città di Gorizia. La cittadina si è sviluppata accanto al meraviglioso fiume Isonzo, nell'abbraccio sicuro delle montagne di Sabotin e Monte Santo (Sveta gora). Per molti secoli era noto solo come un centro per gli pellegrini e una base del carrettiere, pero è diventato importante nel 18. secolo quando hanno costruito i mulini e le seghe accanto al fiume Isonzo, i resti dei quali sono visibili ancora oggi vicino il vecchio argine. Solkan è diventato noto specialmente per i falegnami locali i cosi detti “tišlarji” che con i loro prodotti hanno vinto vari premi nelle fiere europee.

www.solkan.net

solkan

  

Il fiume Isonzo (Soča)

Il fiume Isonzo che sorge nel cuore delle Alpi , ha per la sua bellezza naturale e gli eventi storici un significato particolarmente importante nella “coscienza” nazionale degli abitanti della regione Primorska.

Davanti alla cittadina Solkan oggi c’è un'inquietante bellezza montuosa, ristretta con la centrale idroelettrica crea il lago artificiale, nel quale si può comodamente pescare. Sotto la diga il fiume diventa di nuovo selvaggio e adeguato per gli amanti del kayak. Uno dei poeti più importanti sloveni nato nella regione di Primorska Simon Gregorčič, ha dedicato al fiume Isonzo uno tra i suoi poemi più belli.

 

   Ponte di Solkan

solkanski most

 

Se dall'Osteria Žogica fate una passeggiata verso Solkan subito dopo la prima curva si aprirà davanti a voi una vista magnifica sul ponte di Solkan che attraversa il fiume Isonzo. Un gigante lungo 220 metri, che rappresenta l’apice della sapienza nella costruzione dei ponti all'inizio del 20. secolo e il quale si può vantare con l'arco di pietra più lungo del mondo!

È uno tra i 65 ponti sulla corsia ferroviaria di Bohinj, la quale nel 1906 ha connesso il porto di Trieste con Vienna. Nelle battaglie durante la 1. guerra mondiale è stato danneggiato, pero la forma d'oggi è uguale a quella originale.

 

 

 

Il treno del museo

La corsia ferroviaria di Bohinj ha gia più di cento anni. Se qualche volta volete andare indietro nel tempo, riservatevi un posto sul treno del museo, il quale vi porterà fra paesaggi pittoreschi, gli stesi che percorrevano i nostri avi. Vedrete, al improvviso il tempo si fermerà.

piu: www.abc-tourism.si
       http://www.club.si/

Sabotin

Secondo la leggenda i popoli Slavi hanno nominato il monte alto 609 metri, che si alza arduamente sopra il fiume Isonzo, Samotin (che significa – da solo), perchè il letto del fiume lo separa dalle altre cime della pianura di Trnovo. Fino al 18. secolo su Sabotin c’era una chiesa per i pellegrini, dove ogni domenica facevano la messa, nel tempo la chiesa sul monte Santa Montagna ha preso il suo ruolo.

Sul pendio del monte durante la 1. guerra mondiale c’era la prima linea del fronte di Isonzo. Ancora oggi le numerose caverne e i resti dei canali interrati ci ricordano le battaglie sanguinose che si battevano sul nostro suolo. Le caverne si possono visitare, vi consigliamo una guida esperta. Se andate da soli non dimenticate la lampadina!

 

Park miru

Parco della Pace su Sabotin

Sul monte Sabotin sul quale intercore il confine tra la Slovenia e l’Italia è diventato con il Parco della Pace il simbolo dell'unificazione dei popoli nel 21. secolo. Agli visitatori presenta una ricca eredita naturale. Il monte Sabotin è una delle aree più ricce di flora in Slovenia, “popolata” di piante mediterranee ed alpine.

Gli amanti della bicicletta possono salire sul monte da due vie differenti, che sono segnalate con i gradi di difficoltà diversi. I praticanti accaniti di trekking possono arrampicarsi da sei direzioni diverse. Gradualmente conoscerete interamente la sua storia e la flora e fauna.

www.sabotin-parkmiru.si

  

Il Cimitero militare

Il cimitero militare sotto il monte Sabotin è solamente uno tra i numerosi testimoni muti che sono spersi attraverso tutta la valle di Isonzo è testimoniano la crudeltà della 1. guerra mondiale. L'ultima dimora per molti soldati valorosi, la maggioranza dei quali erano di nazionalità ungherese.

 

Monte Santo o il monte Skalnica

La leggenda narra che nel 1539 la pastorella Urška Ferligoj di Grgar, faceva tranquillamente pascolare le sue pecore sul monte Skalnica, all’improvviso le è apparsa la Madonna e le ha detto di costruirle una Casa-Dimora li. Cinque anni dopo sul posto della chiesa precedente e stato costruito un nuovo edificio con tre navate. Alla consacrazione il patriarca di Oglej ha donato alla chiesa il famoso quadro “La Madonna con il bambino”, l'opera del pittore veneziano Palma l‘anziano, la quale e ancora oggi nell'altare principale.

Il fronte di Isonzo e stato fatale anche per la chiesa sul monte Santa Montagna, poco dopo l'inizio dei conflitti si è trasformata in una rovina.

Nel 1928 la chiesa dei pellegrini e stata rinnovata e nuovamente consacrata. Oggi il pellegrinaggio alla chiesa dell'Ascensione di Madonna sul monte di Monte Santo è una delle mete la più famose e frequentate nella Slovenia occidentale.

  

Regione di Gorizia (goriška)

L'Osteria Žogica e l'incrocio di tutte le vie e parti della Primorska settentrionale e certamente un eccellente punto d’inizio per le gite:

Nella valle di Isonzo e ancora avanti verso Trento fino alla sorgente del fiume di Isonzo (la Via di Smeraldo), ai Cogli di Goriška, la regione del vino eccellente e della frutta, dove porta la strada »Sabotina« attraverso il nuovo ponte nella valle di Vipava, sulla famosa strada del vino fino al Carso, nel paese della bora, del vino Teran e del prosciutto, il quale gia da secoli invita i visitatori con le sue bellezze naturali e culturali (la parte della Via del Vento).

  

Italia

La cittadina di Solkan confina con l'Italia, ovvero con Gorizia, la città più antica di Goriška, la quale e stata lunghi secoli la sede dei nobili Goriziani. Sopra la città regna un castello medievale ben conservato, circondato con la cittadella medievale.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

sport

glutenfree